LIVE

Under 21, Italia-Croazia 2-2 in amichevole - Fumetti: Milo Manara disegna la morte di Caravaggio - Il "rosa" in Regione Basilicata è solo della Lega - Italia-Liechtestein, Mancini: rispetto a Udine cambierò qualcosa - Sanzione per 500 mila euro a Dazn dall'Antitrust - Allarme Fmi, possibile nuova contrazione del Pil dell'Italia - Apple sfida Netflix, arriva Apple TV+ con produzioni Spielberg - Xi in Francia: maxi-ordine di 300 Airbus - Piemonte ribattezza Castellania col nome di Coppi - Il 'vero' Shakespeare? Forse di origini siciliane -
BANNER

Italia


Cronaca

Violentata per anni dal compagno della madre. L’inferno di una bambina di Cosenza

La ragazzina ha trovato il coraggio di denunciare e raccontare tutto alla mamma. Per l’uomo, un pensionato di 68 anni, si sono aperte le porte del carcere

Per oltre due anni ha costretto la figlia della convivente, appena adolescente, a subire atti sessuali di vario genere, con ripetute minacce e percosse. Per questo un pensionato di Cosenza di 68 anni, A.D.E., è stato arrestato da personale della squadra mobile di Cosenza, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale su richiesta della Procura diretta da Mario Spagnuolo.

La ragazzina, oggi tredicenne, avrebbe iniziato a subire le attenzioni dell’uomo quando aveva appena 11 anni. L’aguzzino l’aveva ridotta ad uno stato di assoluta soggezione finché la piccola non ha trovato il coraggio di confidare le molestie alla madre. La donna, venuta a conoscenza delle reiterate violenze sessuali, nonostante le numerose intimidazioni e minacce di morte subite dal compagno, ha denunciato i fatti in questura. Le indagini svolte dagli agenti della sezione reati contro la persona e in danno di minori, hanno consentito di procedere contro il pensionato per il quale si sono aperte le porte del carcere.